Fare Turismo, obiettivi raggiunti e progetti in campo per il 2015-2020

09-05-2015



Fondi, 9 Maggio 2015

 

«In questi giorni ho partecipato ad alcune interessanti iniziative pubbliche sul tema del turismo, le quali hanno contribuito a mettere in risalto l’importanza di questo settore per la città di Fondi, che in questi anni grazie all’azione di tutti gli attori sul territorio ha acquisito una rilevanza sempre crescente, tale da prefigurare incoraggianti prospettive future.

Fare turismo significa agire parallelamente su un doppio binario. Il primo è quello dell’impegno quotidiano, con la messa in campo di azioni che consentano al territorio di esprimere al meglio le sue peculiarità. In questi cinque anni la mia Amministrazione ha attuato un progetto di promozione integrata che ha fatto risaltare le specificità culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche generando positive ricadute e valorizzando l’economia cittadina attraverso documentari e trasmissioni televisive nazionali, inserzioni su riviste specializzate, nuove guide e brochure turistiche multilingue, la partecipazione ad eventi fieristici, l’organizzazione di eventi attrattivi di rilevanza anche nazionale. E’ stata inoltre attivata una promozione turistica destagionalizzata della città, anche tramite il sito internet istituzionale, in collaborazione con l’Associazione Bed&Breakfast e abbiamo recentemente messo in rete i ristoratori locali, che si sono associati per promuovere iniziative finalizzate alla promozione e divulgazione dei prodotti tipici e di qualità del nostro territorio. Abbiamo inoltre rafforzato l’attività di gemellaggio con il Comune di Dachau, con scambi culturali giovanili e della Terza Età, l’organizzazione di mostre, conferenze e concerti e la promozione del territorio e dei suoi prodotti. Infine è stato attivato un ciclo di incontri formativi rivolti agli operatori del settore turistico per il miglioramento della cultura dell’accoglienza, in quanto la componente umana ricopre in ambito turistico un ruolo fondamentale.

Tali attività sono state accompagnate da azioni strutturali di pianificazione, per gettare le basi dello sviluppo turistico di Fondi. Abbiamo approvato il Piano di Utilizzo dell’Arenile, che permetterà già dal 2016 l’insediamento di stabilimenti balneari, garantendo servizi, nuove opportunità occupazionali e indotto economico. Abbiamo definito l’annosa questione dell’uso civico, dando prospettive alla fascia costiera che sarà oggetto di una pianificazione che consentirà di dare nuove risposte alla vocazione turistica di quell’area. Abbiamo affrontato la questione campeggi, con una variante urbanistica approvata dalla Regione Lazio: queste strutture potranno nei prossimi anni cogliere le nuove opportunità normative, che ne consentono anche la trasformazione in villaggi turistici. Abbiamo approvato la realizzazione di nuovi accessi al mare, che con aree sosta per camper e parcheggi consentiranno un’adeguata fruizione del litorale. Abbiamo recentemente condiviso con il Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi il “piano di gestione” che, se approvato dalla Regione Lazio, prevede la possibilità che le zone circostanti il lago possano essere oggetto di investimenti turistici compatibili con l’ambiente, come piste ciclabili, attività sportive e di accoglienza, tali da creare una nuova offerta turistica per la “risorsa lago”. Questi sono solo alcuni degli obiettivi raggiunti e dei progetti che porteremo a termine nei prossimi cinque anni. Molti passi avanti sono stati fatti nella ricettività e attrattività turistica di Fondi e molti altri ne faremo, anche con un’azione di marketing territoriale comprensoriale, perché solo insieme potranno essere attuate iniziative rilevanti, come ad esempio in occasione dell’EXPO e del Giubileo Straordinario, con la valorizzazione delle bellezze del nostro territorio, dei suoi prodotti tipici e dell’enogastronomia locale».

Salvatore De Meo